Siamo dotati di libero arbitrio? Siamo noi a decidere? Siamo l’origine ultima delle nostre azioni?

Le vostre esperienze e le mie sembrano confermare che noi influenziamo il dispiegarsi della realtà per mezzo di azioni che riflettono i pensieri , le azioni , i desideri e le decisioni derivanti dalla nostra libera volontà.

Eppure voi ed io non siamo altro che una costellazione di particelle elementari il cui comportamento è totalmente governato da precise leggi fisiche.

I nostri pensieri sono il frutto dello spostamento delle particelle nel nostro cervello, le nostre azioni di quelle nel nostro corpo.

Le equazioni determinano lo stato delle nostre particelle ora sulla base di quello che erano prima senza dare a nessuno l’opportunità di modificarle.

Non siamo altro che giocattoli sballottati in qua ed in la dalle regole del cosmo.

La fisica classica era deterministica. Se alle equazioni di newton forniamo posizione e velocità precise di tutte le particelle in gioco, le equazioni ci indicheranno posizione e velocità in qualsiasi momento futuro

Per  questo molti ricercatori hanno scommesso sulla meccanica quantistica.

Nella fisica quantistica l’equazione prevede soltanto la probabilità di come saranno le cose in un qualsiasi momento futuro.

Ma per un insieme aggregato molto grande di particelle le cose non cambiano per niente.

Perché? Perché mentre Newton parte dallo stato del mondo e predice un unico stato del mondo futuro , l’equazione di Schrodinger parte dallo stato del mondo in questo istante e produce un’unica tabella di probabilità sullo stato del mondo di domani.

Proprio come Newton,  Schrodinger non lascia nessuno spazio al libero arbitrio

Immaginate di essere seduti in un parco con un sasso vicino

D’un tratto vedete un pericolo per me che mi avvicino e balzate in piedi per salvarmi la vita.

Tutte le particelle che vi compongono come del resto quelle che compongono il sasso sono soggette alle medesime leggi quantistiche perciò nessuno dei due è soggetto al libero arbitrio.

Però voi vi siete alzati per salvarmi ed il sasso no.

Ciò perché le vostre particelle sono organizzate e configurate in maniera tanto spettacolare da poter compiere movimenti organizzati  che sono impossibili per il sasso.

La libertà umana non ha a che fare con la scelta della volontà.

Tutto ciò che la scienza ha rivelato è che è impossibile intervenire volontariamente sul dispiegarsi della realtà.

Il vostro atto di salvataggio peraltro apprezzato è nato dall’azione di precise leggi fisiche su particelle precisamente configurate sin dall’inizio quindi non era deliberatamente voluto.

So che vi sembrerà impossibile da accettare ma partite dall’idea che nessuno scienziato crede più nel libero arbitrio così come siamo portati a crederlo dall’esperienza quotidiana