La massa che è proprio la qualità che rende lenta e controllabile la materia deriva dall’energia dei quark e dei gluoni sempre in viaggio alla velocità della luce, costretti a stringersi l’uno all’altro per difendersi dal vuoto.
La sostanza di cui siamo fatti è il ronzio di una strana musica, una musica matematica più complessa di una fuga di Bach, la musica del vuoto.